Ferrovie Dismesse

presenta

Genova - l'ex Stazione Sant'Ilario
la Stazione di "Bocca di Rosa" di Fabrizio De André
by Matteo © "nebix93ge"

Il servizio fotografico - con video di corredo - che vi andiamo a presentare ci è stato inviato da un amico, nonché novello collaboratore di questo sito ed anche dell'altro (parliamo di "Ferrovie in Rete"), che risponde al nome di Matteo ©, conosciuto a molti dei nostri frequentatori con il nick che utilizza su YT (YouTube) e cioè "nebix93ge" ©.
Per evitare di inflazionare ulteriore spazio da parte nostra, dopo il doveroso benvenuto che da noi spetta all'amico Matteo, lasciamo "la linea" alle parole di introduzione al servizio di cui al titolo di questa pagina. Eccolo:

Chiunque sia mai stato a Genova in questi anni si sarà reso conto di come, specialmente nel levante della città, vi sia una pesante insufficienza nei trasporti pubblici con i conseguenti ingorghi di mezzi privati.

Con questo mio articolo voglio dimostrarvi come l’archeologia ferroviaria, in alcuni casi, torni dal passato con il suo carico di ferrovie e fermate oggi dismesse che oggi sarebbero utilissime e molto importanti  spesso in città sommerse dal traffico automobilistico.

In questa foto-storia di archeologia ferroviaria grande importanza ha il video da me girato perché vi permetterà di vedere bene il fabbricato viaggiatori e specialmente il suo contesto oltre ai moderni treni in transito proprio dove, un tempo, i viaggiatori attendevano l’arrivo del proprio treno.

articolo completo sulla Stazione di Sant'Ilario a Genova: la Stazione di "Bocca di Rosa"
(vale la pena dare un'occhiata a questo articolo: è davvero interessante)

Ecco ora la galleria fotografica:

Nota: cliccare sulle foto per ingrandirle in pagina dedicata (pop-up)

           

sopra: diverse vedute della graziosa piccola (ex) stazione di Sant'Ilario a Genova (ora abitazione privata)
sotto: i binari della linea Genova - La Spezia, sui quali "era" operativa Sant'Ilario

  

Per avere una più esaustiva veduta del luogo ecco ora il video girato da Matteo © (nebix93ge):